3 modi per rimanere coi piedi per terra

Mentre tutti si preparano per questo nuovo anno, vengono promesse risoluzioni e piani. Indipendentemente dai tuoi obiettivi per l’anno, è importante scendere in campo per il primo trimestre e continuare a migliorare la tua attività e la tua mentalità.

Ecco tre modi per iniziare il nuovo anno con il piede giusto che può essere aggiunto come addendum a una delle risoluzioni attuali:

1. Concentrati nel fare quell’unica cosa

È stato detto più volte, ma quelli che ottengono il successo lo fanno perché hanno imparato “quella cosa”. Questo termine è citato a lungo da Gary Keller nel suo libro “L’UNICA Cosa: la verità sorprendentemente semplice dietro risultati straordinari”. Dice “risultati straordinari si verificano solo quando dai il meglio”. Ciò significa specializzarsi in una nicchia di offerte e fare il lavoro per assicurarsi che tu sia il migliore. Fai che quest’anno sia l’anno in cui raddoppi qualsiasi cosa essa sia per te.

Una volta identificato la tua “Cosa” in cui hai un po ‘di talento e su cui vuoi concentrarti, investi in te stesso. Trova corsi tenuti da altri esperti nel tuo spazio. Leggi tutti i libri e guarda tutti i video. Lavora più duramente di chiunque altro e, col tempo, sarai il migliore. E quelli che sono i migliori in un’area sono garantiti nell’avere successo, soprattutto perché possono muoversi come vogliono.

Quindi, porta la tua “cosa”. Diventa il migliore in un SETTORE. Un settore può essere più ampio: come Jeff Bezos nello spazio e-commerce o Warren Buffett nello spazio degli investimenti. Una volta che sei veramente bravo in un elemento, puoi iniziare a dominare l’intero settore e costruire il tuo impero.

2. Dai la priorità alla costruzione di una rete

Quindi, stabilisci gli obiettivi per come desideri che sia la tua rete. Forse è piena di altri imprenditori che condividono l’amore e la passione per la tua “cosa” o un gruppo di sviluppatori o venditori che hanno competenze che possono essere complementari a ciò che stai costruendo.

Tieni presente che la tua rete è costruita in base al tempo che passi con ogni persona. Ronald Burt, professore dell’Università di Chicago, afferma che “il networking è l’unica cosa che non può essere esternalizzata”.

C’è una pratica che mi piace condividere con le persone: valuta come appare la tua rete attuale facendo un elenco di tutte le persone con cui avevi in programma il mese scorso e ne hai in programma in questo mese. Quindi, accanto a ogni persona, aggiungi un segno di spunta se il tempo trascorso con loro ti ha aiutato a raggiungere i tuoi obiettivi. Il nome di ogni singola persona dovrebbe avere un segno di spunta. Altrimenti, non prenderai le cose abbastanza sul serio.

Oltre a gestire con chi trascorri del tempo, inizia a far crescere la tua rete stabilendo degli standard per te, come tre chiamate di rete ogni settimana o due caffè a settimana. Contatta le persone su Linkedin o nei gruppi di Facebook relative alla tua attività o passioni. Chiedi a tutti quelli che incontri di indirizzarti a qualcun altro.

3. Trova i modi per esternalizzare i progetti

Infine, assicurati di creare efficienza. Ci sono così tante ore al giorno, quindi c’è solo così tanto che puoi fare per fare progressi sui tuoi obiettivi. Ciò significa che non perderai tempo in cose che altre persone possono fare per te. Se vuoi lavorare 10 volte le ore, devi assumere 10 volte le persone.

Ciò non significa che devi assumere immediatamente un team a tempo pieno, ma almeno considera l’assunzione di un assistente virtuale per lavorare su alcuni progetti per te in background, che è un ottimo modo per iniziare. New York Times ha elencato i vantaggi dell’outsourcing (anziché l’assunzione) come la capacità di avviare rapidamente nuovi progetti, ridurre i rischi e controllare i costi di capitale.

Consegnare tutto il lavoro agli assistenti virtuali. Un buon modo per capire cosa esternalizzare è fare un audit temporale nel corso di una settimana. Tempo che impieghi a compiere determinate azioni, dalla risposta alle e-mail allo sviluppo del contenuto della settimana. Quindi, determinare ciò che richiede più tempo e ciò che può essere esternalizzato.

Queste tre tecniche garantiranno che quest’anno superi tutti gli altri anni. Come sempre, impostare parametri di riferimento alla fine di ogni trimestre (o anche mensilmente) per valutare come funzionano queste nuove tecniche. L’obiettivo. il gol? Maggiore produttività e impatto. Buon 2020!

Se ti piacciono i nostri articoli iscriviti e seguici




  • 10 regole sulla motivazione

10 regole sulla motivazione

Febbraio 18th, 2020|0 Commenti

Spesso, molti di noi si ritrovano in crisi motivazionali dalle quali bisogna scappare. A volte assomiglia a un ciclo continuo in cui siamo motivati ​​per un po ', cadiamo e dopo abbiamo bisogno di ricostruire

  • Risparmio e investimento

RISPARMIO E INVESTIMENTI

Ottobre 30th, 2019|0 Commenti

Sento tutti i giorni le persone parlare di risparmio e investimenti, ma la verità dei fatti è che le persone non sanno realmente di cosa si tratti. Sono diversi mesi che sto lavorando a