Il Primo Passo.

Apr 04 , 2019

Il Primo Passo.

Che bello, quando da bambino, tutti ti spronavano a passare da quattro zampe a due.

(DISCLAIMER, non sto dando dell’animale a nessuno!)

Quel momento in cui tutti sono felici perché hai compiuto un grande passo… il tuo primo passo!

Difficile, faticoso, sudato e doloroso. Ma lo hai fatto. Dopo tanti sacrifici, dopo tanti tentativi e con la forza di volontà di un alieno… eccoti in piedi!

Ma mi chiedo, dove diamine va a sparire tutta quella grinta! Abbiamo l’autonomia di un solo grande passo?

Vedo persone che crescendo perdono quella carica e si lasciano andare. Vedo persone che quel primo passo non lo fanno più... mai più!

Eppure la vita è tutta una questione di primi passi. Nessuno nasce “Imparato”. Tutti dobbiamo continuamente arrivare ad un punto nel quale il prossimo passo ci DEVE spaventare… perché quello è il primo passo verso un nuovo orizzonte.

Sai quando ti dicono… vedrai, dopo il primo passo è tutto più facile? Ecco quella persona un altro grande primo passo non lo ha fatto, da tempo. Te lo dico perché questa è una (termine poco ortodosso) bestiale. Il primo passo è FONDAMENTALE e su questo non ci piove, ma a dire che dopo questo tutto sia in discesa… follia!

Il primo passo ti aiuta a toglierti da dove stai, non ti aiuta ad arrivare dove vuoi,

il primo passo mette la tua testa nel mindset giusto, porta il tuo orizzonte al giusto livello,

il primo passo è volere qualcosa più di qualsiasi altra, metterla sul piedistallo.

Ma c’è un problema. il problema è che svirgolare e andare fuori rotta… è un attimo.

Tutto ciò che segue dopo il primo passo è decuplicato in intensità, sudore, fatica ed impegno. Se il primo passo è stato difficile, il secondo lo è due volte di più ed il terzo tre volte maggiore… e così via.

Possiamo immaginarci lo schema di una piramide sottosopra, il cui il primo passo (il primo mattone), regge tutta la piramide rovesciata. La cosa che risulta ovvia è che ad ogni livello in più, corrispondono TOT mattoni in più. Ad ogni passo in più, serve più sacrificio, più impegno.

La chiave? La Costanza!

Eppure senza quel primo mattone la piramide non avrebbe potuto esistere perché quel primo mattone era l’idea e  l’esecuzione della stessa.

Perché non parlo solo di idea? Perché con le sole idee non si fa nulla. Una idea che rimane tale è come un sogno… FUFFA!

Le idee vanno analizzate, elaborate e messe in atto. Senza l’azione l’idea rimane una idea.

Questa è la differenza tra un imprenditore ed un fanta-imprenditore. Gli americani si sbizzarriscono col termine “Wannabentrepreneur” e ci marciano su… ma non hanno tutti i torti. Se il mondo girasse per idee staremmo ancora tutti nelle caverne!

Eppure, in fondo, dobbiamo tutti essere riconoscenti a qualcuno per il suo primo passo che, involontariamente, ha portato al primo passo di qualche altra persona e così via. Un susseguirsi di primi passi ha generato il mondo che conosciamo oggi e plasmerà il futuro del domani… è il normale corso dell’evoluzione! (So che non vuoi perderti questo bellissimo articolo sulla "Evoluzione", vero?) 

Ricorda, i primi passi non sono profezie e non sono accecanti verità.

I primi passi sono anche fallimenti e disastri. (leggi anche l'articolo "Fallire" per capire cosa intendiamo noi Winner riguardo a questo tema!)

I primi passi sono la base per imparare ciò che funziona e ciò che non va.

Per questo a noi Winner piace provare. Abbiamo un’idea e la proviamo. Ci buttiamo a capofitto senza nemmeno sapere se essa funzionerà o no. Quello che interessa a noi è trarne una lezione, fare esperienza e portare a casa qualcosa di nuovo e di emozionante. IL Percorso!

 

 

 

 


1 Commenti

  • 04 Apr 2019 Antonella

    Ma quanto è vero!..Io sono per i primi passi, altrimenti mi annoiarsi e non vivrei!


Lascia un commento